Gestione e accompagnamento del progetto

Decisivi per il successo di ogni progetto sono una gestione snella e la responsabilità del coordinatore del progetto. Poiché di norma i progetti che riguardano l'azienda in toto o parti di essa partono dalla direzione, è poco sensato affidarne il coordinamento al titolare o al management. La nomina di un responsabile interno all'azienda può diventare una questione „politica“ e una fonte (non intenzionale) di possibili illazioni sul futuro a livello di organico. Per contro, l'intervento dall'esterno garantisce la giusta distanza e quindi una migliore capacità decisionale. Se il coordinamento del progetto non viene affidato a persone interne all'azienda direttamente coinvolte, è buona norma interpellare partner esterni, con esperienza, che per la durata del progetto si occuperanno di un'altra funzione importante: la produzione della documentazione.


Nella pratica si è dimostrata valida la seguente struttura:
  • Comitato direttivo (committente e comitato decisionale come consiglio di amministrazione o consiglio di sorveglianza)
  • Comitato di controllo (titolare o management superiore e coordinatore esterno)
  • Gruppi progetto (responsabile del progetto e management specializzato secondo tematiche e compiti)